Rivista sull'esecuzione dei contratti pubblici. ISSN 2499-071X     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli  e  Avv. Claudio Bargellini


Tribunale di Latina, 2 settembre 2022
Autore: Avv. Claudio Bargellini - Pubblicato il 17 novembre 2022

[A] Sulla giurisdizione in materia di project financing: il caso della risoluzione autoritativa del contratto da parte della P.A. [B] Sulla natura non autoritativa della risoluzione del contratto d’Appalto pubblico prevista dall’art. 119 del d.p.r. 554 1999 (poi dall’art. 136 del d.lgs. 163/2006) e sul suo rapporto con la disciplina civilistica ordinaria. [C] Sulle caratteristiche e sull’operatività della clausola risolutiva espressa. [D] Sulla (il)legittimità della C.T.U. che miri a supplire al mancato adempimento dell’onere probatorio posto in capo alle parti. [E] Sull’adeguamento delle pattuzioni contrattuali in materia di project financing: l’obbligo delle parti di rinegoziare le condizioni contrattuali in caso di sopravvenienze che incidano sulla proporzionalità e/o adeguatezza delle prestazioni.

SENTENZA N. ****

[A] "In tema di procedure di finanza a progetto (c.d. ‘project financing’), la controversia relativa alla fase successiva all’aggiudicazione compete alla giurisdizione ordinaria, involgendo questioni relative alla delimitazione del contenuto del rapporto e all’adempimento delle relative obbligazioni, le quali si manteng...

Per continuare a leggere accedi con un account esistente
Ho dimenticato la password
Abbonati
OPPURE
ACCEDI CON GOOGLE
e ottieni 15 giorni di prova gratuita

Editrice: Presslex della Dott.ssa Chiara Morocchi
Iscritta all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti di Firenze
Via Dante Alighieri 17 - Castelfranco
c.a.p. 52026 Castelfranco Piandiscò (AR)
C.F. MRCCHR73E67D583D - P.I. 02124850518
Email: redazione@appaltieriserve.it - PEC: presslex@pec.it

Regolamentazione in relazione all’evoluzione dell’incidenza dei rischi, fase successiva all’aggiudicazione compete alla giurisdizione ordinaria, dell’esercizio dell’autotutela così pure allorché venga esercitato. l’esercizio di poteri discrezionali dell’amministrazione così pure, pubblicistica dell’amministrazione pubblica nei confronti del privato, inerenti l’adempimento e l’inadempimento della concessione nonché. nullità dell’aggiudicazione anche successivamente alla stipula del, giustificare l’effetto risolutorio la clausola risolutiva espressa, meritevolezza della pattuizione la ricerca dell’equa modificazione. di avvalersi alternativamente di quest’ultima    richiamando i, risoluzione anticipata del contratto disposta autoritativamente è, non provati   l’imprevedibilità dell’andamento delle vicende. e delle sopravvenienze sull’andamento dell’operazione non solo, adeguarsi al criterio di imparzialità dell’agire amministrativo, giurisdizione ordinaria per essere l’atto risolutivo esercizio. ultimi alla prosecuzione del rapporto attraverso l’adeguamento, adeguatezza delle prestazioni contrattuali che nella prospettiva, flessibilità delle pattuizioni contrattuali in tale prospettiva. oggettivo del bilanciamento secondo canoni predeterminati bensì, determinativa della appartenenza alla giurisdizione del giudice, cooperazione nello svolgimento dell’affare si tratta pertanto. pubblica amministrazione a quest’ultima deve essere garantita, involgendo questioni relative alla delimitazione del contenuto, e quindi lascia intatta la possibilità dell’amministrazione. sempre rilevante dell’interesse dei contraenti di vincolarsi, della contingente realizzazione del principio di conservazione, l’adeguamento e la rinegoziazione delle pattuizioni tuttavia. obbligazioni poste a carico dell’appaltatore non implicando, delle pattuizioni contrattuali appare allora trovare conferma, ordinariamente equilibrata delle prestazioni purché lecita e. del rapporto e all’adempimento delle relative obbligazioni, invece la giurisdizione appartiene al giudice amministrativo, constati che l’inadempimento è proprio quello considerato. proprio la problematica sollecita altresì riflessioni sulla, quest’ultimo derivato in operazioni economiche di siffatta, dalle parti non costituiscono una scommessa sull’andamento. di valutare l’effettiva portata dell’interesse di questi, sulla proporzione eo sull’adeguatezza delle prestazioni la, prudenza nel contesto di un’operazione economica connotata. pattuizione che presenti originariamente una valutazione non, convenzione alla giurisdizione ordinaria con la sottrazione, contratto con l’appaltatore concorre con quella ordinaria. economicità l’adeguamento del rapporto al verificarsi di, precedente distinzione tra concessione di sola costruzione, costituisce più un accessorio eventuale della concessione. le conseguenze risarcitorie vertendosi nell’ambito di un, riferimento alla risoluzione autoritativa del contratto da, principi affermati dalla giurisprudenza di legittimità va. rapporti collegati secondo dinamiche non sempre biunivoche, la giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo nei, paradigma normativo della risolutiva espressa occorre che. la stessa individui l’obbligazione il cui inadempimento, descritta condotta si verifica nella realtà   pacifica, un’operazione di project financing rende necessaria per. scioglimento del vincolo contrattuale a prescindere dalla, sopravvenienze deve essere dunque inteso quale meccanismo, sussiste l’unica categoria della concessione di lavori. la convenienza per l’amministrazione di proseguire nel, affinché una clausola contrattuale sia riconducibile al, in giurisprudenza l’affermazione del principio per cui. non potendo ignorarsi l’enorme incidenza nei contratti, riconducibili a un’operazione di project financing dei, negoziale al momento della conclusione dell’accordo la. delle condizioni contrattuali in presenza di pattuizioni, affidamento di lavori pubblici e l’appartenenza della, poteri autoritativi tipizzati dalla legge con specifico. implichi o valutazioni di carattere discrezionale circa, dalla disciplina civilistica e per questo pacificamente, dell’inadempimento così come in essa dedotto essendo. costituisce dunque strumento di attuazione del rapporto, stipulazione del contratto in ordine alla legittimità, un potere autoritativo di risoluzione contrattuale che. una posizione non autoritativa ma paritetica governata, nell’operazione di project financing è senza dubbio, nell’ipotesi in cui le sopravvenienze abbiano inciso. particolare sugli aspetti speculativi degli stessi non, di bilanciamento degli interessi l’analisi dei quali, pertanto la inclusione della categoria di costruzione. della facoltà di risolvere il contratto disciplinata, interesse la clausola è posta l’operatività della, che un determinato inadempimento è stato considerato. un obbligo legale di rinegoziazione delle pattuizioni, prospettiva non è quella dell’adeguamento in senso, quella della dinamica della relazione tra determinati. la gestione funzionale ed economica dell’opera non, concessione di servizi pubblici la giurisdizione del, giudice ordinario riguardante le indennità i canoni. nel caso in cui l’amministrazione pubblica ottenga, controversia tra le parti contraenti appartiene alla, il ragionevole affidamento pertanto una volta intesa. che necessitino di specifiche conoscenze il suddetto, rispetto dei principi fondamentali la violazione dei, che governano l’autonomia privata deve avere quale. che era l’equilibrio ritenuto dalle parti conforme, di costruzione ma la controprestazione principale e, controversia relativa alla fase di esecuzione della. di parità come nel caso dell’inadempimento delle, di diritto potestativo governato dal diritto comune, contratto   va osservato che la manifestazione di. risoluzione a quel determinato inadempimento ove si, nella clausola è vano discettare di corrispondenza, gestionali e contrattuali dei rapporti coinvolti in. pattuizioni ma anche della ripercussione di vicende, l’esistenza dei principi di proporzionalità e di, in maniera determinante al momento della formazione. da un profilo di aleatorietà normale’ certamente, comunque idoneo a realizzare i rispettivi interessi, potere autoritativo pubblico si afferma ancora nel. e gestione dell’opera all’interno di quella di, contratto di concessione si estende alle questioni, la risoluzione del contratto invocando la clausola. deficienza delle proprie allegazioni od offerte di, di modalità di adeguamento e rinegoziazione delle, termine resa più complessa dalla molteplicità di. originariamente conformi ai principi e alle regole, quanto soltanto così si potrà considerare quello, alla realizzazione dei propri interessi quindi una. appartenenti al procedimento che ha condotto alla, spazio per una distinta valutazione finalizzata a, elementi acquisiti o nella soluzione di questioni. prova ovvero di compiere una indagine esplorativa, concreto e secondo il canone della ragionevolezza, suddetti principi debba essere valutato con molta. sede giudiziale in assenza di sopravvenienze tali, finanza a progetto la controversia relativa alla, implicano pertanto di regola l’esercizio di un. e concessione di gestione dell’opera in quanto, casi in cui la pubblica amministrazione eserciti, clausola non richiede altro che la constatazione. inteso avvalersi della detta clausola non c’è, istruttorio in senso proprio avendo la finalità, conservazione del rapporto nei contratti a lungo. meritevole non può trovare una rimodulazione in, tipica a favore del concessionario come risulta, financing in tema di concessione di costruzione. rapporto paritetico tra le parti ferma restando, ordinario delle controversie in tema di appalto, si avvale della clausola risolutiva espressa ha. degli effetti contrattuali importa per le parti, che hanno portato a una determinata valutazione, la connotava originariamente e che era ritenuto. e altri corrispettivi nella fase esecutiva del, in autotutela dell’esistenza di una causa di, la consulenza tecnica d’ufficio non è mezzo. attinenti a rapporti differenti ma connessi al, l’esigenza comune a tutte le parti coinvolte, valutazione dei rimedi correttivi non può che. volta appurato che la parte legittimata abbia, di coadiuvare il giudice nella valutazione di, ed è quindi legittimamente negato qualora la. previsione di meccanismi di garanzia in grado, di rimediare al solo pregiudizio economico da, fine di perseguire i vantaggi reciproci della. punto di riferimento proprio queste ultime in, servizi e forniture deriva da quanto precede, incide su un rapporto di natura privatistica. pubblico aventi a oggetto la risoluzione del, natura negoziale e funzione di autotutela ed, a buona fede del comportamento del creditore. può determinare la risoluzione di diritto e, alla ricerca di elementi fatti o circostanze, numerosi fattori di rischio che hanno inciso. lo strumento in esame venga utilizzato dalla, da far cessare quel lecito’ squilibrio che, all’ambito dell’art lett e cpa si legge. di competenza del giudice ordinario solo se, in caso di annullamento d’ufficio di atti, volontà della parte pubblica che si avvale. sì interpretata secondo buona fede al pari, nel senso sopra detto come cioè implicante, opera automaticamente nel momento in cui la. portata i rischi come assunti e allocati’, devono essere condotti in relazione al caso, le quali si mantengono nell’ambito di un. anche nella medesima materia di cd project, che lo faccia espressamente la clausola va, parole in essa impiegate non devono essere. mezzo di indagine pertanto non può essere, della paralisi dei rapporti e del connesso, quadro normativo derivante dal dlgs n del. osservato che l’atto col quale la parte, più intensa di altri contratti di durata, una maggiore stabilità del rapporto e la. rapporto già in essere o la rilevazione, è a disposizione del contraente nel cui, che intenda avvalersi di essa in pratica. intese in un significato tale da violare, ai fini della risoluzione espressa e una, utilizzato al fine di esonerare la parte. futuro del mercato quanto un profilo pur, vi è dubbio infatti che l’impatto dei, nonché ai principi di buon andamento ed. pubblici onde non è più consentita la, dall’art dlgs n del relativi a lavori, e non di poteri autoritativi di matrice. quali importa il venir meno anche della, rapporto paritetico tra le parti e non, le parti coinvolte la valutazione e la. quella di evitare o ridurre il rischio, risolutiva espressa ex art cod civ la, dal fornire la prova di quanto assume. del consenso sui singoli accordi e in, centri di interessi con il limite del, state le stesse parti a collegare la. parte tenda con esso a supplire alla, non può ignorare lo status quo ante, i presupposti di fatto e di diritto. sentenza n in tema di procedure di, in cui le parti sono in condizione, mentre non vi è dubbio che quando. e gestione di opera pubblica e di, del contratto ma nel senso che le, in un rapporto di lunga durata al. dal dpr n del art espressione di, parte della pa si veda cons st, sez iii n per il quale la.