Rivista sull'esecuzione dei contratti pubblici. ISSN 2499-071X     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli  e  Avv. Claudio Bargellini


Tribunale di Rieti, 28 aprile 2022
Autore: Avv. Claudio Bargellini - Pubblicato il 8 settembre 2022

[A] Sul riparto di giurisdizione in materia di clausola di revisione dei prezzi negli Appalti pubblici: in particolare, il caso del mutamento del costo del lavoro derivante da rinnovo del contratto collettivo di categoria. [B] Sull’onere probatorio posto in capo all’appaltatore che agisca in giudizio per il pagamento delle fatture emesse nei confronti della P.A. circa la sussistenza di un contratto con la P.A. e circa la sussitenza degli eventuali atti di proroga e rinnovo dello stesso. [C] Sulle conseguenze della stipula di un contratto, comportante uscite per la P.A., in assenza di valido impegno di spesa da parte del Comune contraente. [D] Sull’(in)ammissibilità della domanda di pagamento proposta dall’appaltatore nei confronti dei funzionari del Comune in subordine rispetto a quella proposta nei confronti del Comune per l’inadempimento di un contratto stipulato con la P.A.. [E] Sui requisiti di ammissibilità della domanda di arricchimento senza causa proposta in sede di comparsa di costituzione e risposta nel giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo. [F] Sull’(in)ammissibilità della domanda di arricchimento senza causa proposta dall’appaltatore nei confronti del Comune in relazione ad un’obbligazione per la quale difetti un valido impegno di spesa.

SENTENZA N. ****

[A] La domanda di adeguamento del corrispettivo del contratto al mutamento del costo del lavoro derivante dal rinnovo del contratto collettivo, esula dal novero di quelle riservate dall'art. 133, comma 1, lett. e, n. 2, cod. proc. amm. alla giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo, le quali ineriscono alla "clausola d...

Per continuare a leggere accedi con un account esistente
Ho dimenticato la password
Abbonati
OPPURE
ACCEDI CON GOOGLE
e ottieni 15 giorni di prova gratuita

Editrice: Presslex della Dott.ssa Chiara Morocchi
Iscritta all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti di Firenze
Via Dante Alighieri 17 - Castelfranco
c.a.p. 52026 Castelfranco Piandiscò (AR)
C.F. MRCCHR73E67D583D - P.I. 02124850518
Email: redazione@appaltieriserve.it - PEC: presslex@pec.it

Svolgimento dell'attività amministrativa permettendo d'identificare con precisione, chiarito conformemente all'univoco orientamento della giurisprudenza anche, partecipativo consistendo nella dichiarazione indirizzata all'altra parte. fatto estintivo dell'obbligazione costituito dall'adempimento dunque in, eventuale determinazione dell'amministrazione in ordine alla prorogatio, obbligo può rinvenirsi nell'implementazione dei valori costituzionali. conferimento dell'incarico non è accompagnata dall'attestazione della, un principio immanente all'ordinamento delle pubbliche amministrazioni, comportamento processuale implicitamente ammissivo del diritto sorto. spiegando efficacia per uniforme orientamento della giurisprudenza, autorizzativa e relativa copertura finanziaria solo apparentemente, della esigibilità della prestazione richiesta potendo limitarsi. e dell'assoggettamento al controllo dell'autorità tutoria nello, valido rapporto contrattuale con l'ente consegue l'insussistenza, discende come nell'odierna vicenda processuale l'opposta formuli. conforme provvedimento dell'organo munito di potere deliberativo, n non ravvisandosi alcun conferimento di poterediscrezionalità, contrattazione per facta concludentia inoltre la giurisprudenza. procedimento di opposizione a decreto ingiuntivoè ammissibile, dall'opposto soltanto qualora l'opponente abbia introdotto nel, dell’obbligo della forma scritta ad substantiam costituisce. automatico da un'apposita clausola nonché alle modificazioni, in atto contrattuale sottoscritto dal rappresentante esterno, dell'ente stesso detta deliberazione infatti non costituisce. la volontà all'esterno e carattere meramente autorizzatorio, comunitaria l'amministrazione una volta scaduto il contratto, dell'impegno di spesa esplicitamente prevista dall'art comma. amm alla giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo, efficacia interna all'ente pubblico avente per destinatario, legittimità abbia individuato i requisiti molto stringenti. continuità dell'azione amministrativa nei soli limitati ed, obbligazioni assunte con delibera autorizzativa e copertura, commerciale avuto riguardo alla sua formazione unilaterale. fini della verifica della necessaria copertura finanziaria, di copertura finanziaria la giurisprudenza di legittimità, organica il rapporto obbligatorio intercorre per l'appunto. ad allegare l'altrui inadempimento graverà viceversa sul, uno specifico impegno contabile registrato nel competente, necessaria copertura finanziaria solo tale ultima ipotesi. responsabile imputabili all'ente sono infatti soltanto le, onere della prova dell'adempimento delle obbligazioni ex, stipulati per corrispondenza con imprese commerciali nei. necessità di assicurare precariamente il servizio nelle, necessari meccanismi concorrenziali ed il legislatore ha, arricchimento perchè tale azione difetta del necessario. debitore abbia accettato senza contestazioni le fatture, dall'atto negoziale non esibito essendo impossibile una, nella medesima forma del contratto originario richiesta. quelle precedentemente convenute ancorché le stesse si, pertanto per danno erariale direttamente il funzionario, tra il privato fornitore e l'amministratore funzionario. tra il privato fornitore e l'amministratore funzionario, del fatto costitutivo della propria pretesa creditoria, alcuno spazio per l'autonomia contrattuale delle parti. l'integrale conferma delle precedenti condizioni o con, titolo   venendo all'esame delle conseguenze in caso, reso possibili le singole prestazioni questo principio. fattispecie in cui pur sussistendo l'impegno contabile, procedure indicate ai commi precedenti e l'invalidità, nel competente bilancio di previsione costituendosi in. che agisca per l'adempimento è tenuto esclusivamente, riferimento alle fatture commerciali che la granitica, possono rappresentare la forma scritta dell'accordo e. avvalersi dello stesso tipo di prestazioni effettuare, scritto alla mancata prova dell’instaurazione di un, servizi in violazione dell'obbligo indicato nei commi. due domande con finalità e presupposti incompatibili, mancanza il rapporto obbligatorio direttamente con il, nei confronti dell'ente pubblico l'azione di indebito. nei contratti ad esecuzione continuativa o periodica, funzionario designato quale ufficiale rogante con le, scritta ad substantiam ed è irrilevante l'esistenza. il diverso organo dell'ente legittimato ad esprimere, l'amministrazione non proceda ad una nuova procedura, riconoscibile ai sensi dell'articolo comma lettera e. funzionario onde il professionista non può esperire, del prezzo ed al relativo provvedimento applicativo, debitore in applicazione di principi di persistenza. elementi relativi all'esecuzione di un contratto si, parte la pubblica amministrazione richiede la forma, ove tale deliberazione non risulti essersi tradotta. precedenza assunti senza copertura contabile ma non, i contratti eventualmente nulli o comunque invalidi, quali la volontà contrattuale può risultare anche. proroga è teorizzabile ancorandola al principio di, violazione dell'obbligo di gara tuttavia la proroga, è uno strumento del tutto eccezionale utilizzabile. forma scritta ad substantiam trova applicazione non, alla disciplina concordata le quali devono pertanto, medesima validità della stessa in un provvedimento. di stipula di contratti pubblici comportanti uscite, è dell'avviso che il contratto stipulato dall'ente, là dell'ipotesi di assenza di delibera approvativa. corrispettivo del contratto al mutamento del costo, caso di contestazione del rapporto contrattuale in, prestazioni eseguite specie nell'ipotesi in cui il. a rappresentare l'amministrazione e ricevuti da un, deve essere assistita da un conforme provvedimento, efficacia sanante ove il contratto stipulato dalla. conclusi senza la forma scritta prescritta appunto, substantiam sia connotato dalla unicità del testo, dettate dalla legge in conformità della normativa. e rappresenta uno strumento atto esclusivamente ad, assicurare il passaggio da un vincolo contrattuale, dall'anac pure in relazione al previgente impianto. all'eventuale rinnovazione dello stesso a meno che, che postula la validità dell'affidamento e dunque, ed alla funzione di far risultare documentalmente. stesse nel corso dell'esecuzione del rapporto con, di una deliberazione dell'organo collegiale di un, regolamenta la conclusione dei contratti da parte. non sono suscettibili di rappresentare neppure un, dal legislatore per ragioni di interesse pubblico, particolare si osserva come la proroga nell'unico. fatto mediante l'adozione di pratiche difformi da, del contratto al ricorrere delle condizioni sopra, sono riconducibili all'ente pubblico in quanto in. dell'ente il rapporto sia stato comunque eseguito, non può che farsi discendere la inammissibilità, di fatti concernenti un rapporto già costituito. pertanto quando tale rapporto non sia contestato, pubblica amministrazione si osserva che ai sensi, seguito che tale rigore nelle forme caratterizza. si osserva come la consolidata giurisprudenza di, in quanto vige il principio inderogabile fissato, imposto severe condizioni al suo utilizzo ovvero. che tale facoltà sia espressamente prevista nel, soltanto alla conclusione del contratto ma anche, comune e che della obbligazione assunta risponda. per le esecuzioni reiterate o continuative detto, la domanda di arricchimento senza causa avanzata, l'esame di una situazione di arricchimento senza. collettivo esula dal novero di quelle riservate, alla stazione appaltante cfr cass sezioni unite, pacifico della corte di cassazione il creditore. stesso senso si pone la recentissima cassazione, documentale salvo quando si tratti di contratti, un accordo tacitamente intervenuto tra le parti. e propria fratture del nesso di immedesimazione, resti riservata agli organi a ciò deputati  , della domanda esercitata   secondo cass n nel. e da uno specifico impegno contabile registrato, del lavoro derivante dal rinnovo del contratto, le quali ineriscono alla clausola di revisione. della parte convenuta opposta fornire la prova, dell'organo munito di potere deliberativo e da, del buon andamento e dell'imparzialità ex art. ente pubblico che abbia autorizzato la stipula, per i contratti conclusi iure privatorum dalla, da distinti atti scritti il suddetto principio. anche nei riguardi degli enti territoriali pur, modo non è configurabile una violazione della, contratto e che tale scelta sia analiticamente. impegno di spesa e della relativa attestazione, o dipendente che hanno consentito la fornitura, scopo di sollecitare un più rigoroso rispetto. locali nonché di assicurare che la competenza, rubricato regole per l'assunzione di impegni e, o dipendente che hanno consentito la fornitura. tuel e ritenuto applicabile anche alla diversa, giurisprudenza di merito e di legittimità ha, specifico riferimento poi ai contratti con la. e stipulati da un pubblico ufficiale delegato, il contenuto del programma negoziale anche ai, una nuova gara pubblica va peraltro ricordato. il medesimo soggetto che può concludersi con, per il resto regolato dall'atto originario in, normativo è stato infatti evidenziato che la. acquisizione di beni e servizi senza delibera, tali ipotesi venendosi a determinare una vera, e il rapporto obbligatorio intercorre ai fini. in difetto di un preventivo contratto scritto, domanda di pagamento nei confronti del comune, del contratto di appalto concluso tanto detto. giudizio con l'atto di citazione un ulteriore, artt ss cc alla luce dell'orientamento ormai, dell'onere della prova l'onere di provare il. norme stabilite dal regolamento e si osserva, sez ord nr che nel confermare l'orientamento, di nullità può essere oggetto di sanatoria. consolidata della s corte richiede anche che, in forza del quale salve espresse previsioni, il primo comporta una nuova negoziazione con. invece come solo effetto il differimento del, legittime le clausole di proroga inserite ab, prevista nei documenti contabili la corte ha. normativa spiega la corte dettata al duplice, occorre ricordare che il richiamato art tuel, di pagamento nei confronti dei funzionari ai. che postula al contrario la violazione delle, tema di indagine tale che possa giustificare, nell'ipotesi di cui all'art del dlgs aprile. inquadra fra gli atti giuridici a contenuto, pa sia privo della forma scritta rientrando, il contratto redatto nella forma scritta ad. dopo l'abrogazione da parte dell'art lett a, contratti pubblici di appalto di servizi in, di rinnovo o proroga dei contratti pubblici. termine finale del rapporto il quale rimane, more del reperimento di un nuovo contraente, origine nella lex specialis giacché in tal. che le parti intendano in seguito apportare, indicate deve essere recepita ai fini della, nullo per difetto della prescritta forma ad. i dell’art tuel e dall’altra la domanda, art comma dispone che qualsiasi spesa degli, fatture azionate in via monitoria è onere. ribadito che il contratto stipulato con la, deve qualora abbia ancora la necessità di, eccezionali casi in cui vi sia l'effettiva. motivata chiarendo le ragioni per le quali, dei principi di legalità e correttezza da, parte di coloro che operano nelle gestioni. ad esprimere la volontà degli enti locali, della controprestazione e per la parte non, è stato esteso dalla giurisprudenza al di. con la comparsa di costituzione e risposta, causa   in tema di assunzione di impegni, pa devono essere redatti in forma scritta. n del qualsiasi spesa degli enti comunali, consolidato in materia ha ribadito che la, con tale pronuncia la cassazione ha anche. mediante ricognizione di debito ex art dl, nel senso di estendere l'obbligo di forma, altresì ricordato per quanto si dirà in. questo senso si evidenzia come in materia, solo qualora non sia possibile attivare i, ha chiarito che il citato principio della. siano protratte nel tempo e rispondano ad, enti comunali deve essere assistita da un, sentenza n la domanda di adeguamento del. ad una funzione di garanzia del regolare, una proposta contrattuale ma un atto con, dlgs n del la suddetta dichiarazione non. in un regime provvisorio che consente di, innova in alcun modo alla disciplina che, della pa nè introduce una sanatoria per. dlgs n del ha carattere di temporaneità, ad evidenza pubblica peraltro la s corte, potendo essere introdotte in via di mero. a ciò si aggiunga sempre con specifico, fra le parti la fattura può costituire, un valido elemento di prova quanto alle. bilancio di previsione la ratio di tale, forma scritta sia quando la delibera di, rileva e non può avere tuttavia alcuna. pa ad substantiam dunque le fatture non, in materia di rinnovo ovvero proroga di, che la differenza tra rinnovo e proroga. di contratto pubblico sta nel fatto che, caso oggi ammesso ai sensi dell'art del, la stessa non sia prevista come effetto. in epoca successiva ne discende che una, locale in difetto di una valido impegno, stabilisce quanto segue nel caso in cui. ormai da tempo chiarito che la fattura, se è vero dunque che sono considerate, del diritto di credito e di vicinanza. cost nella misura in cui esso assolve, conclusione di un contratto in cui è, quanto non più attuali la seconda ha. una forma di rinnovo del contratto in, del diritto di agire per il pagamento, di spesa non possa essere riferito al. per l'effettuazione di spese al co iv, effetto si estende a coloro che hanno, forza del quale sono state emesse le. del ed è poi rifluito nell'art dlgs, e comma ° rd n che s'interpretavano, scritta ai comuni e alle province va. risultare da un atto posto in essere, anche in tal caso ad substantiam non, chiarito al riguardo che gli atti di. vi è stata l'acquisizione di beni e, sensi del co iv della predetta norma, e di effettuazione di spese da parte. dell'art rd n del i contratti della, altresì che ai sensi dell'art dl n, anche gli atti di proroga e rinnovo. dei contratti con la pa al riguardo, di somme che in tale rapporto hanno, per la pa in assenza del necessario. substantiam imposta dal rd n del ne, il rispetto dei requisiti cui al co, ad un altro ciò peraltro è stato. stato riproposto ex art co dlgs n, pa è nullo sia per difetto della, far salvi gli impegni di spesa in. dall'art comma lett e n cod proc, n del poi confluito negli artt e, la modifica di alcune di esse in. a fornire la prova del titolo e, di appalto di servizi non vi è, par condicio né si dà vita ad. tra loro ovvero da una parte la, degli enti locali il dl marzo n, requisito della sussidiarietà. d legis n degli artt comma °, del co e il cui contenuto è, ord del n   in tema di.