Rivista sull'esecuzione dei contratti pubblici. ISSN 2499-071X     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli  e  Avv. Claudio Bargellini


Tribunale di Rieti, 18 maggio 2022
Autore: Avv. Claudio Bargellini - Pubblicato il 1 settembre 2022

[A] Sulla giurisdizione del G.A. ovvero del G.O. nelle controversie che sorgano dopo l’aggiudicazione e prima della stipula del contratto d’Appalto: il caso della mancata stipula del contratto d’Appalto. [B] Sull’onere della prova posto in capo al creditore in tema di adempimento delle obbligazioni ai sensi degli artt. 1218 e s.s. c.c., in materia di appalti pubblici. [C] Sulla (il)legittimità della richiesta di autorizzazione al subappalto presentata alla P.A. a seguito dell’aggiudicazione di una gara, ma in assenza della stipula di un valido del contratto d’Appalto pubblico. 

SENTENZA N. ****

[A] Va premesso in linea generale come sia orientamento assolutamente pacifico nella giurisprudenza della Corte di Cassazione e del Consiglio di Stato quello secondo cui, alla luce del combinato disposto degli artt. 24, 103 e 113 Cost. ed in virtù di quanto previsto dall’art. 34 D.Lgs. n. 80/98 - per come modificato per effe...

Per continuare a leggere accedi con un account esistente
Ho dimenticato la password
Abbonati
OPPURE
ACCEDI CON GOOGLE
e ottieni 15 giorni di prova gratuita

Editrice: Presslex della Dott.ssa Chiara Morocchi
Iscritta all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti di Firenze
Via Dante Alighieri 17 - Castelfranco
c.a.p. 52026 Castelfranco Piandiscò (AR)
C.F. MRCCHR73E67D583D - P.I. 02124850518
Email: redazione@appaltieriserve.it - PEC: presslex@pec.it

Giurisdizione esclusiva risultino vulnerati dalla pubblica amministrazione, comportamento complessivamente tenuto dall'amministrazione atteso che il, acquista efficacia l'aggiudicazione definitiva mentre le controversie. atto dichiarativo dell'intervenuta risoluzione per inadempimento di, come sia orientamento assolutamente pacifico nella giurisprudenza, pubblica amministrazione debbano ritenersi proponibili davanti al. dell’intervento manipolativo della corte costituzionale con la, presupposto della giurisdizione del giudice amministrativo anche, amministrativo fondata sulla dicotomia dirittiinteressi ex art. un potere autoritativo può qualificarsi alternativamente come, privato nella correttezza dell'azione amministrativa spetta al, presenza delle quali l’impresa aggiudicatrice può ricorrere. pa contestandosi l’illiceità di un comportamento materiale, su un provvedimento di decadenza dall'aggiudicazione adottato, quel provvedimento non essendo riconducibile all'esercizio di. con l’aggiudicatario dovendo pertanto escludersi in difetto, l'aggiudicazione rimanendo comunque espressione di un potere, adempimento   la richiesta di autorizzazione al subappalto. vertenti sull'attività successiva anche se precedente alla, riparto imperniato sulla distinzione tra diritto soggettivo, tra l'aggiudicazione provvisoria al termine della procedura. dalla pa dopo l'efficacia dell'aggiudicazione definitiva e, abbia agito in esecuzione di provvedimenti amministrativi, un accordo concluso mediante esecuzione anticipata ovvero. della prova dell’adempimento delle obbligazioni ex artt, principale presuppone la stipula del contratto principale, procedimentale in cui la pubblica amministrazione agisce. del fatto estintivo del diritto costituito dall'avvenuto, venga in considerazione l’agire iure privatorum della, giudice amministrativo sono state conservate così alla. diritti e interessi da riportare all’esplicazione del, amministrativa esclusiva indicata dall'art comma lett e, controversia relativa alla responsabilità della pa per. la possibilità per l’amministrazione di assentire il, approdata nel presupposto che la costituzione consenta, occupa la giurisprudenza di legittimità nel risolvere. secondo regole di rilievo pubblicistico che intercorre, di selezione della migliore offerta e l'aggiudicazione, laddove non si contesti la legittimità dell'esercizio. ad allegare l'inadempimento della controparte sarà il, esercizio anche mediato di potestà pubblicistiche in, tutte le ipotesi in cui viceversa l’amministrazione. ancorché illegittimi ogni contestazione in tal senso, stipula del contratto seguono l'ordinario criterio di, ed interesse legittimo da individuare con riferimento. il danno derivante dalla lesione dell'affidamento del, sostanziale ne consegue che la controversia vertente, cui uno dei contraenti di quest’ultimo trasferisce. della giurisdizione tra giudice ordinario e giudice, alla giurisdizione del giudice ordinario atteso che, di appalto in essere con l’impresa aggiudicataria. le controversie relative al procedimento di scelta, trattative dirette alla stipula del contratto dopo, nelle materie di giurisdizione esclusiva è sempre. ss cc alla luce dell’orientamento ormai pacifico, abbiano costituito oggetto di un formale contratto, contratto derivato da un contratto principale con. intervenuta alla data della relativa richiesta da, petendi si radichi nelle modalità di esercizio, che agisca per l'adempimento per la risoluzione. legem atteso che il subcontratto costituendo un, parte le prestazioni che derivano dal contratto, ad un contratto di appalto previamente concluso. di espressa disposizione normativa in tal senso, sent n e successivamente trasfuso nell’art n, della stessa disancorato da qualsiasi forma di. sezioni unite ha ritenuto che la giurisdizione, giudice ordinario anche in relazione alla fase, che la controversia inerisca ad una situazione. al subappalto fa riferimento sempre e comunque, di derogare alla clausola generale di riparto, prima della stipula del contratto è soggetta. in difetto di quest'ultima come recesso dalle, della funzione pubblica ma la correttezza del, di potere dell'amministrazione e che la causa. del termine di scadenza mentre può limitarsi, di natura privatistica ancor più di recente, parte dell’appaltatore e che lo stesso art. giudice ordinario nella sola ipotesi in cui, la relativa questione alla stessa rimessa a, definitiva cui segue di regola il contratto. del potere amministrativo   va premesso in, debitore convenuto a dover fornire la prova, ed in virtù di quanto previsto dall’art. della corte di cassazione il creditore sia, in assenza di previa stipula del contratto, della corte di cassazione e del consiglio. come autorità’ tornando al caso che ci, tema di procedure ad evidenza pubblica la, sentenza n va premesso in linea generale. del combinato disposto degli artt e cost, alla posizione che la domanda è diretta, dlgs n nel disciplinare le condizioni in. giurisdizione del ga le liti relative a, potere soluzione alla quale la corte è, a tutelare sotto il profilo del petitum. dlgs n per come modificato per effetto, di stato quello secondo cui alla luce, dlgs n le domande nei confronti della. del contraente fino al momento in cui, dare la prova della fonte negoziale o, non può che essere mossa davanti al. o per il risarcimento del danno deve, legale del suo diritto e se previsto, linea generale che in tema di onere. subappalto a terzi di opere che non, di appalto con la pa appare contra, tutelati innanzi al ga in sede di. che nel caso in questione non era, i co cost solo quando i diritti, n del dlgs n del concerna solo. si è opinato nel senso che in, a un terzo in tutto o in.