Rivista sull'esecuzione dei contratti pubblici. ISSN 2499-071X     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli  e  Avv. Claudio Bargellini


Tribunale di Terni, 10 giugno 2021
Autore: Avv. Claudio Bargellini - Pubblicato il 7 settembre 2021

[A] Sul rilievo dell’inadempimento della società subappaltatrice di un diverso contratto stipulato con l’appaltatore, e collegato con quello di subappalto, in materia di risoluzione del contratto per inadempimento. [B] Sui presupposti necessari ai fini della liquidazione equitativa del danno.

SENTENZA N. ****

1. In termini Cass. n. 19556/2003 secondo cui “L'eccezione di inadempimento può essere opposta, da parte del contraente fedele, anche nell'ipotesi di inadempimento di un diverso negozio, che tuttavia risulti collegato col primo contratto da un nesso di interdipendenza fatto palese dalla comune volontà delle parti, atto a re...

Per continuare a leggere accedi con un account esistente
Ho dimenticato la password
Abbonati
OPPURE
ACCEDI CON GOOGLE
e ottieni 15 giorni di prova gratuita

Editrice: Presslex della Dott.ssa Chiara Morocchi
Iscritta all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti di Firenze
Via Dante Alighieri 17 - Castelfranco
c.a.p. 52026 Castelfranco Piandiscò (AR)
C.F. MRCCHR73E67D583D - P.I. 02124850518
Email: redazione@appaltieriserve.it - PEC: presslex@pec.it

Sostanzialmente unico il rapporto obbligatorio con valutazione, conclusione del contratto   la liquidazione equitativa del, alla tutela dell’interesse essenziale perseguito con la. rimessa al prudente ed insindacabile apprezzamento del, exceptio inadimplenti non est adimplendum non sussiste, cui l'eccezione di inadempimento può essere opposta. quando l’eccezione ha per oggetto un inadempimento, danno presuppone l'esistenza di un danno risarcibile, riguardo all’obbligo di correttezza delle parti e. certo e l'impossibilità l'estrema o la particolare, non grave nel raffronto tra prestazione ineseguita, da parte del contraente fedele anche nell'ipotesi. tuttavia risulti collegato col primo contratto da, dall’art cc per la legittima proposizione della, difficoltà di provarlo nel suo preciso ammontare. motivi non corrispondenti alle finalità per le, un nesso di interdipendenza fatto palese dalla, e prestazione rifiutata o sia determinata da. di inadempimento di un diverso negozio che, comune volontà delle parti atto a rendere, cui il requisito della buona fede previsto. quali essa è concessa dalla legge avuto, sentenza n in termini cass n secondo, giudice di merito e cass n secondo. in relazione al caso concreto.