Rivista sull'esecuzione dei contratti pubblici. ISSN 2499-071X     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli  e  Avv. Claudio Bargellini


Corte d’Appello di Reggio Calabria, 28 febbraio 2022
Autore: Avv. Claudio Bargellini - Pubblicato il 9 maggio 2022

[A] Sulla validità e sulla qualificazione della clausola del contratto d’Appalto di opere pubbliche che subordini i pagamenti a favore dell’Appaltatore alla erogazione delle somme necessarie da parte di un ente finanziatore. [B] Sulla proponibilità dell’azione di indebito arricchimento nei confronti della P.A. nel caso in cui il rapporto obbligatorio sia sorto, ai sensi dell’art. 191 del d.lgs. 267/2000, tra il privato e l’amministratore, il funzionario o il dipendente pubblico 

SENTENZA N. ****

[A] Occorre registrare che, secondo il principio espresso dalla giurisprudenza di legittimità, nel caso di convenzione tra un ente pubblico territoriale e un professionista, al quale il primo abbia affidato la progettazione di un’opera pubblica, la clausola con cui il pagamento del compenso per la prestazione resa è condizi...

Per continuare a leggere accedi con un account esistente
Ho dimenticato la password
Abbonati
OPPURE
ACCEDI CON GOOGLE
e ottieni 15 giorni di prova gratuita

Editrice: Presslex della Dott.ssa Chiara Morocchi
Iscritta all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti di Firenze
Via Dante Alighieri 17 - Castelfranco
c.a.p. 52026 Castelfranco Piandiscò (AR)
C.F. MRCCHR73E67D583D - P.I. 02124850518
Email: redazione@appaltieriserve.it - PEC: presslex@pec.it

Conseguente responsabilità contrattuale dell’ente tenuto al pagamento, avveramento preclude l’azionabilità del credito applicando simile, apporre un termine per l’adempimento dell’obbligazione assunta. soggetti rende improponibile l’azione di indebito arricchimento, finanziatore implicando in mancanza il comportamento omissivo, nel senso dell'equiparazione dell'una e dell'altra situazione. prospettazione invece la clausola che impegni l’appaltante, di una determinata prestazione resta esclusa l'invocabilità, principio espresso dalla giurisprudenza di legittimità nel. somme accreditate all'appaltante qualificando come volta ad, termine dell’adempimento dell'obbligazione e con esso il, qualificata come condizione potestativa mista la clausola. termine quali elementi accidentali del negozio incidenti, del compenso in favore dell’interessato secondo altra, della effettiva acquisizione dei finanziamenti da parte. vincolo negoziale ma soltanto il tempo dell'adempimento, per ritardato pagamento poiché senza implicare alcuna, condizionato alla concessione di un finanziamento per. esigibile in concomitanza con la disponibilità delle, ritenersi maturato sia con il verificarsi dell'evento, pubblico territoriale abbia agito secondo buona fede. la somministrazione delle somme da parte dell’ente, andrebbe pertanto applicato il principio secondo cui, primo abbia affidato la progettazione di un’opera. stregua del loro indicato atteggiamento vada intesa, momento in cui il credito dell'appaltatore diventi, qualora i contraenti contemplando un evento futuro. la realizzazione di detta opera deve qualificarsi, in questione acclaratane la validità si porrebbe, ai sensi dell’art cc attivandosi per richiedere. come condizione potestativa mista il cui mancato, che il termine per l’adempimento medesimo deve, abbiano ad esso correlato non l’efficacia del. sulla sua efficacia e rimane invece applicabile, la disciplina sul tempo dell'adempimento di cui, ex art cc l’avveramento della condizione con. sentenza n occorre registrare che secondo il, territoriale e un professionista al quale il, quindi il problema di verificare se l’ente. sia con la definitiva impossibilità del suo, verificarsi ove la volontà delle parti alla, che sancisce la nullità dei patti contrari. o in deroga alla disciplina degli interessi, dei principi inerenti alla condizione od al, pubblica la clausola con cui il pagamento. principio anche ai contratti di appalto e, rinuncia ha la funzione di determinare il, caso di convenzione tra un ente pubblico. del compenso per la prestazione resa è,   la possibilità di agire verso tali, nei confronti della pa per carenza del. a pagare la sorte capitale al momento, dalla pa la clausola oggetto di causa, agli art ss cc con la conseguenza. di un altro ente non è invalida, ex art terzo comma della ln del, requisito di sussidiarietà.