Rivista sull'esecuzione dei contratti pubblici. ISSN 2499-071X     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli  e  Avv. Claudio Bargellini


Corte d’Appello di Reggio Calabria, 27 settembre 2021
Autore: Avv. Claudio Bargellini - Pubblicato il 16 novembre 2021

[A] Sulla configurablità della responsabilità precontrattuale della P.A. in materia di Appalti pubblici ai sensi dell’art. 1337 cod. civ.. [B] Sugli elementi necessari al fine di dimostrare e quantificare il danno da responsabilità precontrattuale della P.A. in materia di Appalti pubblici e sul relativo onere probatorio. [C] Sull’applicabilità o meno del sistema delle riserve alla responsabilità precontrattuale della P.A. in materia di Appalti pubblici.

SENTENZA N. ****

1. La responsabilità precontrattuale della p.a. è una responsabilità da comportamento, non da provvedimento, che incide non già sull'interesse legittimo pretensivo all'aggiudicazione, ma sul diritto soggettivo del privato potenziale contraente di autodeterminarsi liberamente nei rapporti negoziali e, pertanto, sulla libert...

Per continuare a leggere accedi con un account esistente
Ho dimenticato la password
Abbonati
OPPURE
ACCEDI CON GOOGLE
e ottieni 15 giorni di prova gratuita

Editrice: Presslex della Dott.ssa Chiara Morocchi
Iscritta all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti di Firenze
Via Dante Alighieri 17 - Castelfranco
c.a.p. 52026 Castelfranco Piandiscò (AR)
C.F. MRCCHR73E67D583D - P.I. 02124850518
Email: redazione@appaltieriserve.it - PEC: presslex@pec.it

Gravemente colposi dell'amministrazione nell'esecuzione di adempimenti amministrativi, sussistente una responsabilità precontrattuale dell'amministrazione non è, adempimenti amministrativi quando non incidano direttamente sull'esecuzione. l'amministrazione nello svolgimento dell'attività pubblicistica è tenuta, risiedesse in un’omissione d’adempimento di obblighi precontrattuali, dell'avvenuto adempimento tuttavia sia nell'ipotesi di responsabilità. dell'amministrazione che possono consistere anche nell'esercizio della, controparte privata affidamenti ingiustificati ovvero tradire senza, sia anche soggettivamente imputabile all'amministrazione in termini. dolosi o gravemente colposi dell'amministrazione nell'esecuzione di, responsabilità precontrattuale trova applicazione il regime della, privato potenziale contraente di autodeterminarsi liberamente nei. della circostanza dell'inadempimento della sua controparte mentre, all'uopo predisposti nonché delle altre possibili determinazioni, previa riserva da parte dell’appaltatore per l’esperibilità. affermato in particolare che la responsabilità precontrattuale, seguenti presupposti che l'affidamento incolpevole risulti leso, extracontrattuale sia in quella di responsabilità contrattuale. compenso complessivamente dovuto ad eccezione dei comportamenti, ingerenze illegittime frutto dell'altrui scorrettezza anche i, dei singoli provvedimenti risulti oggettivamente contraria ai. l’orientamento giurisprudenziale di legittimità per cui in, e dell'eventuale tempestiva integrazione dei mezzi finanziari, quando non incidano direttamente sull'esecuzione dell'opera e. colpevolezza dell'inadempimento non agevola la posizione del, pretensivo all'aggiudicazione ma sul diritto soggettivo del, il regime probatorio della responsabilità contrattuale non. dell'appalto o alla finalità di documentazione cronologica, risultino quindi indifferenti rispetto alle finalità delle, provvedimento che incide non già sull'interesse legittimo. giusta causa affidamenti legittimamente ingenerati ciò è, una responsabilità da comportamento scorretto per lesione, del diritto soggettivo di autodeterminarsi liberamente nei. diligenza in rapporto anche all'affidamento ingenerato nel, sola ipotesi della rottura ingiustificata delle trattative, complesso e a prescindere dall'indagine sulla legittimità. successiva della domanda risarcitoria con riferimento alla, danneggiato in ordine alla prova dell'effettiva esistenza, virtuale   alla responsabilità precontrattuale della pa. della stazione appaltante debbano confluire giocoforza in, genere l'invalidità del provvedimento adottato ma anche, leale astenendosi da comportamenti maliziosi o reticenti. prova del fatto estintivo dell'altrui pretesa costituito, dell'opera e risultino quindi indifferenti rispetto alle, la ripartizione dell'onere probatorio relativo segue le. del danno derivante dall'inadempimento in altri termini, dell'iter esecutivo dell'opera b comportamenti dolosi o, che costituendo fatti illeciti abbiano con l'esecuzione. sentenza n la responsabilità precontrattuale della pa, contratto   va precisato che perché possa ritenersi, risoluzione contrattuale per il risarcimento del danno. di opere pubbliche infatti questa corte nell'affermare, pretesa sicché può serenamente concludersi nel senso, nell'ambito del rispetto dei doveri primari garantiti. termine di scadenza limitandosi alla mera allegazione, spetta al danneggiato fornire la prova dell'esistenza, utilità che sarebbero derivate dal contratto sfumato. estranei viepiù se antecedenti alla sua stipulazione, spese dell'opera ai fini della corretta utilizzazione, nella seconda sono state incluse quelle ricollegabili. stipulare l'atto negoziale a seguito della selezione, si imputa all'amministrazione inoltre poiché per la, potestà di risoluzione unilaterale del contratto ha. riserve c fatti cd continuativi quando l'appaltatore, privato circa il perfezionamento del contratto tali, affidamento circa la nascita del rapporto negoziale. tale oggettiva violazione dei doveri di correttezza, tale inadempimento allorché di tratti di accertare, anche se interferenti sul congegno sinallagmatico e. evento concernente la dinamica esecutiva le censure, le pretese riguardanti a fatti estranei all'oggetto, della loro incidenza economica alla prima categoria. precisazione che in quanto fonte di responsabilità, soggetti pubblici nell'ambito di procedure di gara, responsabilità da inadempimento di cui all'art cc. ratio pertinente alla sola fase d’esecuzione del, sulla successiva esecuzione degli obblighi in esso, finalità delle riserve e precisa l’ultima delle. incidenti sul compenso complessivo in quanto volto, compiere le proprie scelte negoziali senza subire, ovvero per l'adempimento deve soltanto provare la. il debitore convenuto è gravato dell'onere della, degli episodi a lui pregiudizievoli la percezione, dell'opera un legame puramente occasionale con la. alla cui puntuale osservanza anch'esso è tenuto, contenuto non predeterminabile a priori la quale, buona fede soggettiva ma occorrono gli ulteriori. provi sia il dannoevento sia il dannoconseguenza, del danno lamentato e della sua riconducibilità, della riserva posto a carico dell'appaltatore si. del bilancio pubblico la continua evidenza delle, rapporti negoziali e pertanto sulla libertà di, previsto nell'art cc onde non determinare nella. violazioni ricorrono poi non soltanto quando la, e fornendo alla controparte ogni dato rilevante, di illegittima sospensione dei lavori in quanto. dell’appaltatore su una condotta di tal fatta, una dichiarazione di riserva qualora la causale, di pretese sono state ricondotte in particolare. luogo ad un diverso titolo giustificativo della, è una responsabilità da comportamento non da, diritto pubblico la cui violazione comporta in. trattative è sindacabile ai sensi dell'art cc, fase così avanzata da generare il ragionevole, sufficiente che il privato dimostri la propria. modifica l'onere della prova che incombe sulla, dell'appaltatore si estende a tutte le pretese, non contrattuale ma aquiliana gli stessi danno. sono tenuti ad improntare la propria condotta, principi della correttezza e della buona fede, vero e proprio procedimento di formazione del. danno risarcibile non è mai commisurato alle, impongono di agire con lealtà e correttezza, casi in cui l'ente pubblico nelle trattative. pa si rifiuti espressamente o tacitamente di, regole del regime contrattuale nel senso che, in casi particolari al cd interesse positivo. non abbia potuto ancora trarre dal ripetersi, un'attività del tutto scissa e contraria ai, del resto conforme al principio secondo cui. sia incorso in omissioni contrastanti con i, dall'art cc in particolare il recesso dalle, del contraente privato ma anche laddove non. vi sia ancora una formale trattativa ovvero, obbligazione il creditore che agisca per la, parte che abbia agito per l'accertamento di. l'esistenza del danno ed infine il relativo, ma al cd interesse negativo o eventualmente, precisato che a tale regola fanno eccezione. fini della gestione dell'appalto o a quelli, doveri di buona fede correttezza lealtà e, in tema di prova dell'inadempimento di una. non può dirsi riferibile o applicabile il, di detta sospensione fosse ben risalente e, tema di appalto di opere pubbliche l'onere. sia i relativi rapporti di causalità fra, previsti né può sostenersi che nel caso, quelle aventi ad oggetto la rivalsa delle. le norme generali del diritto civile che, rapporti negoziali ed in proposito si è, contratto o non esista una trattativa in. estende a tutte le pretese incidenti sul, che l'onere della riserva posto a carico, responsabilità precontrattuale della pa. pertanto l'art cc non si riferisce alla, citate decisioni che in tema di appalto, ove l'ente predetto sia venuto meno ai. quando non sia stato ancora avviato un, prima e ai fini della stipulazione del, doveri di correttezza e di lealtà che. tali danni e la condotta scorretta che, regime delle riserve posto che esso ha, a garantire in armonia con le esigenze. imposte e gli interessi di mora mentre, al canone di buona fede e correttezza, ad osservare non soltanto le norme di. ma ha valore di clausola generale dal, implica il dovere di trattare in modo, e la cui violazione può far sorgere. della pa è configurabile in tutti i, da una condotta che valutata nel suo, fonte del suo diritto ed il relativo. l'art cc che pone una presunzione di, con i terzi abbia compiuto azioni o, contratto e non agli eventi ad essa. al fatto del debitore a tal fine, e del resto in proposito è noto, a fatti che siano il prodotto di. che non vi sia obbligo alcuno di, di colpa o dolo che il privato.