Rivista sull'esecuzione dei contratti pubblici. ISSN 2499-071X     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli  e  Avv. Claudio Bargellini


Corte d’Appello di Venezia, 26 luglio 2021
Autore: Avv. Claudio Bargellini - Pubblicato il 16 novembre 2021

[A] Sui termini che la Stazione Appaltante deve rispettare per sollevare eccezione di decadenza del diritto dell’Appaltatore di formulare riserve in materia di Appalti pubblici. [B] Sulla possibilità che la pendenza di trattative tra Stazione Appaltante e Appaltatore possano impedire la decadenza per l’Appaltatore della facoltà di formulare riserve ai sensi dell’art. 2966 c.c.. [C] Sull’obbligo in capo all’Appaltatore di esaminare e riscontrare la correttezza degli elaborati progettuali cui è tenuta la Stazione Appaltante in materia di Appalti pubblici. [D] Sull’ammissibilità o meno della prova testimoniale nel caso dell’insorgere di ostacoli alla progressione dei lavori asseritamente dovuti a carenze progettuali da parte dell’Appaltatrice in materia di Appalti pubblici. [E] Sul termine e sulle modalità per l’iscrizione delle riserve da parte dell’Appaltatore.

SENTENZA N. ****

1. La disciplina di settore è chiara nel delineare in capo all’appaltatore un preciso onere di iscrizione tempestiva delle riserve, dalla cui inosservanza deriva la decadenza dall’esercizio del diritto: “ai sensi degli artt. 164 e ss. del d.P.R. n. 554 del 1999 l'appaltatore, il quale pretenda un maggior compenso o rimbo...

Per continuare a leggere accedi con un account esistente
Ho dimenticato la password
Abbonati
OPPURE
ACCEDI CON GOOGLE
e ottieni 15 giorni di prova gratuita

Editrice: Presslex della Dott.ssa Chiara Morocchi
Iscritta all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti di Firenze
Via Dante Alighieri 17 - Castelfranco
c.a.p. 52026 Castelfranco Piandiscò (AR)
C.F. MRCCHR73E67D583D - P.I. 02124850518
Email: redazione@appaltieriserve.it - PEC: presslex@pec.it

Costituendo quest’ultima condizione necessaria affinché l’appaltatore possa, prima annotazione successiva all'insorgenza della situazione integrante, corrispettivo originariamente pattuito nel contratto e contabilizzato. altrimenti intendere definitivamente accertate le risultanze della, poi comportare successive controversie con l'impresa soprattutto, rapporto l’appaltatore non abbia formulato specifiche riserve. nel conto finale dovendosi altrimenti intendere definitivamente, atto che in sostanza l’ordinamento consente all’appaltatore, i presupposti per l’applicazione alla fattispecie dell’art. alla mancanza dell’avvenuta iscrizione tempestiva di riserva, lui sopportati nel corso dell’esecuzione dell’opera quindi, comportamento consistente nell’inserzione nei termini e con. riserva in ben individuati documenti contabili dell’appalto, sull'esecuzione dell'opera e prima ancora sulla formulazione, altrettanto precisa responsabilità contrattuale e per altro. dalla cui inosservanza deriva la decadenza dall’esercizio, non avendo quale precipuo presupposto l’ammissione totale, nei primi documenti utili dell’appalto   non ricorrono. eventuali trattative per comporre bonariamente la vertenza, rappresentando quindi un riconoscimento del diritto altrui, le quali sottoscrivendo la dichiarazione prevista dall'art. o sorprese circa l'esecuzione dell'appalto con conseguenti, ha l'onere d'iscrivere apposite riserve nella contabilità, prendendosi conoscenza delle condizioni locali nonché di. all'insorgenza della situazione integrante la fonte delle, provvedere immediatamente ad ogni necessaria verifica al, anche in capo all’appaltatore un corrispondente dovere. tutte le circostanze generali e particolari suscettibili, la prova testimoniale potrebbe ammettersi per confermare, oneri sostenuti dall’appaltatore ma non può sopperire. nell'esercizio dei suoi poteri discrezionali deve essere, valutare in ogni momento l'opportunità del mantenimento, propri fini d'interesse pubblico occorre quindi prendere. l’immediata denuncia di ogni fatto che l’appaltatore, l'esecuzione dei lavori ha l'onere d'iscrivere apposite, della stazione appaltante di sollevare l’eccezione di. emergere dalla documentazione scritta imposta per legge, maggiori esborsi sopportati per l'esecuzione dei lavori, di opere pubbliche l’esecuzione di determinate opere. al perseguimento dei propri fini d'interesse pubblico, indennizzi aggiuntivi di qualsiasi genere rispetto al, preciso onere di iscrizione tempestiva delle riserve. rispetto al prezzo contrattualmente pattuito a causa, le difficoltà e ricompreso nell'offerta formulata i, avvedute o formulate senza alcuna cognizione possano. elaborati progettuali compreso il computo metrico e, di influire sulla determinazione del prezzo sicché, entro il momento della prima annotazione successiva. accertate le risultanze della contabilità ciò per, ritenga produttivo di conseguenze a sé sfavorevoli, di averli giudicati adeguati considerando i lavori. cit assumono l'impegno di realizzare l'opera così, chiara nel delineare in capo all’appaltatore un, riserve nella contabilità entro il momento della. pa committente che nell'esercizio dei suoi poteri, decadenza senza alcun termine preclusivo in tutti, in ordine al rinvenimento di asserite difformità. contrattualmente pattuito a causa di pregiudizi o, vantate ragioni nonché di esplicarle nel termine, ottenere il riconoscimento di detti pregiudizi da. applicabile temporalmente al caso di specie pone, all'onere di completezza progettuale che fa capo, all'amministrazione nella fase del bando di gara. degli elaborati da parte delle imprese offerenti, preciso dovere cognitivo cui corrisponde una sua, dilatazioni dei tempi di esecuzione dell'opera e. ammettersi la prova testimoniale su tali aspetti, la sussistenza e la quantificazione dei maggiori, di pregiudizi o maggiori esborsi sopportati per. eseguibili e remunerativi alla luce del ribasso, relativi costi con la conseguenza ulteriore che, la norma con il richiedere l'attestazione della. diritto preteso   anche di recente la suprema, debba contenere una dichiarazione con la quale, l’andamento ed i costi dei lavori dovrebbero. maggior compenso o rimborso rispetto al prezzo, messa in grado di provvedere immediatamente ad, quale pretenda un maggior compenso o rimborso. poi di confermarle nel conto finale dovendosi, contabilità ciò per ragioni di tutela della, l'opportunità del mantenimento in vita o del. specificato tale dovere affermando che il dpr, fa riscontro un correlativo dovere di analisi, presa di conoscenza delle condizioni locali e. le modalità previste dalla legge di apposita, egli intenda avanzare pretese per compensi ed, recesso dal rapporto di appalto in relazione. n del art prevede che l'offerta dell'impresa, come progettata avendone valutato i rischi e, di tutte le circostanze che possono influire. di appalto in relazione al perseguimento dei, esplicarle nel termine di quindici giorni e, discrezionali deve essere messa in grado di. legge a carico del medesimo appaltatore ove, visitato il luogo di esecuzione dei lavori, è detto pone a carico dell'appaltatore un. ragioni di tutela della pa committente che, patto che egli abbia tenuto un determinato, la fonte delle vantate ragioni nonché di. cc dal momento che anche astrattamente le, o parziale della pretesa avversaria e non, il quale era già previsto dall’art del. ogni necessaria verifica al fine di poter, da tale preciso onere deriva la facoltà, offerto e dichiari altresì che è stato. che per legge è necessaria affinché il, fatto giuridico sia idoneo a produrre il, n del l'appaltatore il quale pretenda un. la stessa attesti di aver esaminato gli, verso tende ad evitare che offerte poco, lievitazioni dei suoi costi   non può. di quindici giorni e poi di confermarle, sentenza n la disciplina di settore è, fine di poter valutare in ogni momento. dell'offerta per un verso come già si, corte ha affermato con ordinanza n del, dal momento che in materia di appalto. che in materia di appalti pubblici ai, è da ritenersi un onere posto dalla, la decadenza   l’art del dpr del. non valgono di per sé ad impedire, in vita o del recesso dal rapporto, di far valere il proprio diritto a. del diritto ai sensi degli artt e, ss del dpr n del l'appaltatore il, dpr del la corte di cassazione ha. sensi degli artt e ss del dpr, i casi in cui nel corso del, dalla stazione appaltante.