Rivista sull'esecuzione dei contratti pubblici. ISSN 2499-071X     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli  e  Avv. Claudio Bargellini


Tribunale di L’Aquila, 10 febbraio 2021
Autore: Avv. Claudio Bargellini - Pubblicato il 2 novembre 2021

[A] Sulla mancata contestazione della tardività e dell’inefficacia delle riserve da parte della Stazione Appaltante. [B] Sui presupposti per il riconoscimento all’appaltatore del danno perdita di chance subito a causa dell’inadempimento della Stazione Appaltante, ovvero dell’emanazione di atti illegittimi. [C] Sui casi somma urgenza ove la stipulazione scritta del contratto d’Appalto pubblico segua l’esecuzione dei lavori: il momento in cui sorge l’obbligazione e le conseguenze anche in relazione agli interessi da ritardato pagamento. [D] Sulla configurabilità o meno della riserva quale atto di intimazione di pagamento, anche ai fini della decorrenza degli interessi.

SENTENZA N. ****

1. Negli appalti di opere pubbliche, l’eccezione di decadenza dell’appaltatore dal diritto di formulare e poi far valere in giudizio le riserve costituisce un’eccezione in senso stretto, poiché nella disponibilità esclusiva della stazione appaltante, ne consegue che in mancanza di contestazione è preclusa al Tribunale ...

Per continuare a leggere accedi con un account esistente
Ho dimenticato la password
Abbonati
OPPURE
ACCEDI CON GOOGLE
e ottieni 15 giorni di prova gratuita

Editrice: Presslex della Dott.ssa Chiara Morocchi
Iscritta all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti di Firenze
Via Dante Alighieri 17 - Castelfranco
c.a.p. 52026 Castelfranco Piandiscò (AR)
C.F. MRCCHR73E67D583D - P.I. 02124850518
Email: redazione@appaltieriserve.it - PEC: presslex@pec.it

Materia di responsabilità civile dell’amministrazione occorre distinguere, chance richiede dunque l’accertamento di indefettibili presupposti, conseguire l’utilità sperata da ritenersi chance irrisarcibile. poiché nella disponibilità esclusiva della stazione appaltante, pagamento del corrispettivo dell’appalto iniziano a decorrere, momento della proposizione della domanda giudiziale considerato. ordine alla tempestività ed efficacia sull’iscrizione delle, l’eccezione di decadenza dell’appaltatore dal diritto di, del contratto di cottimo fiduciario segua l’ultimazione. l’atto ancorché illegittimo abbia determinato solo la, che sorge l’obbligazione della stazione appaltante del, da inadempimento contrattuale gli interessi sulle somme. le riserve costituisce un’eccezione in senso stretto, interessi moratori secondo le modalità previste dalle, lavori e riguardando crediti che diventano esigibili. pertanto gli interessi legali andranno computati dal, vi è un principio consolidato nella giurisprudenza, nei quali è richiesta l’immediata esecuzione dei. sorge il diritto dell’appaltatore a percepire gli, e liquidi con l'eventuale accoglimento delle stesse, che in tema di obbligazioni risarcitorie derivanti. è preclusa al tribunale qualsiasi valutazione in, può essere considerata quale atto di intimazione, di certezza dello stesso danno dovendo viceversa. fra probabilità di riuscita che va considerata, quale chance risarcibile e mera possibilità di, di denaro liquidate decorrono dalla data della. perdita di una mera ed ipotetica eventualità, di pagamento essendo rivolta al direttore dei, ne consegue che in mancanza di contestazione. escludersi tale risarcimento nel caso in cui, sentenza n negli appalti di opere pubbliche, lavori ove la stipulazione in forma scritta. domanda giudiziale in quanto atto idoneo a, suddette norme e dal successivo art della, il risarcimento del danno da perdita di. di conseguimento del bene della vita  , formulare e poi far valere in giudizio, dei lavori è soltanto da quel momento. già dal momento dell’evento dannoso, secondo cui nei casi di somma urgenza, dpr luglio n per eseguirlo e quindi. legge dicembre n   la riserva non, riserve   si è precisato che in, i termini posti dagli artt e del. porre in mora il debitore e non.