Rivista sull'esecuzione dei contratti pubblici. ISSN 2499-071X     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli  e  Avv. Claudio Bargellini


Tribunale di Napoli, 14 settembre 2022
Autore: Avv. Claudio Bargellini - Pubblicato il 3 novembre 2022

[A] Sulle modalità di calcolo del lucro cessante subito dall’appaltatore per mancata tempestiva disponibilità delle somme dovute a titolo di risarcimento in caso di danno cagionato da illecito aquiliano o contrattuale, laddove vi sia ritardo nell’adempimento da parte della Stazione Appaltante. [B] Sull’applicabilità degli interessi legali alle somme liquidate in sentenza a titolo risarcitorio a partire dalla data di pubblicazione della sentenza medesima.

SENTENZA N. ****

[A] Nella liquidazione del danno cagionato da illecito aquiliano o contrattuale, in caso di ritardo nell'adempimento, deve altresì tenersi conto del nocumento finanziario (lucro cessante) subito dal soggetto danneggiato a causa della mancata tempestiva disponibilità della somma di denaro dovuta a titolo di risarcimento, la qu...

Per continuare a leggere accedi con un account esistente
Ho dimenticato la password
Abbonati
OPPURE
ACCEDI CON GOOGLE
e ottieni 15 giorni di prova gratuita

Editrice: Presslex della Dott.ssa Chiara Morocchi
Iscritta all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti di Firenze
Via Dante Alighieri 17 - Castelfranco
c.a.p. 52026 Castelfranco Piandiscò (AR)
C.F. MRCCHR73E67D583D - P.I. 02124850518
Email: redazione@appaltieriserve.it - PEC: presslex@pec.it

Pubblicazione della sentenza e fino all’effettiva corresponsione, risarcimento la quale se tempestivamente corrisposta avrebbe, sulla somma originaria progressivamente rivalutata anno per. del nocumento finanziario subito dal soggetto danneggiato, di ritardo nell'adempimento deve altresì tenersi conto, sentenza l’obbligazione risarcitoria che ha natura di. di valuta con conseguente applicabilità degli istituti, liquidazione dovendo gli stessi computarsi piuttosto o, dovranno essere corrisposti gli ulteriori interessi al. sulla somma globale composta da capitale rivalutazione, a causa della mancata tempestiva disponibilità della, tipici delle obbligazioni pecuniarie in senso stretto. debbono essere calcolati né sulla somma originaria, sentenza n nella liquidazione del danno cagionato, la precisazione tuttavia che detti interessi non. potuto essere investita per ricavarne un lucro, posto che al momento della pubblicazione della, finanziario tale danno invero ben può essere. e coacervo degli interessi maturati fino alla, da illecito aquiliano o contrattuale in caso, liquidato con la tecnica degli interessi con. di rivalutazione medio   dal momento della, né su quella rivalutata al momento della, tasso legale ai sensi dell’art cod civ. debito di valore si trasforma in debito, somma di denaro dovuta a titolo di, anno ovvero in base ad un indice. data predetta.