Rivista sull'esecuzione dei contratti pubblici. ISSN 2499-071X     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli  e  Avv. Claudio Bargellini


Il possibile rifiuto della cessione dei crediti per subappalti e manodopera
Autore: Avv. Francesco Barchielli - Pubblicato il 10 aprile 2022
...

Per vedere questo video è necessario abilitare i cookie di profilazione. Puoi modificare le tue scelte tramite il pulsante
PREFERENZE

Sulla cessione del credito nei contratti di appalto e sulla possibilità da parte della stazione appaltante di opporre il rifiuto, anche al fine di assicurare l'operatività dei meccanismi di delegazione di pagamento nell'ambito dei contratti di subappalto e degli interventi sostitutivi per il pagamento delle retribuzioni dei lavoratori in caso di inadempimento dell'appaltatore

L'art. ****

, comma 13, del D.lgs 50 del 2016, prevede la possibilità da parte dell'appaltatore di cedere i crediti originati dai contratti d'appalto, ivi compresi i crediti futuri mediante l'istituto del c.d. factoring. Tale disposizione stabilisce, infatti, che "13. Si applicano le disposizioni di cui alla legge 21 febbraio 1991, n. 52. Ai f...

Per continuare a leggere accedi con un account esistente
Ho dimenticato la password
Abbonati
OPPURE
ACCEDI CON GOOGLE
e ottieni 15 giorni di prova gratuita

Editrice: Presslex della Dott.ssa Chiara Morocchi
Iscritta all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti di Firenze
Via Dante Alighieri 17 - Castelfranco
c.a.p. 52026 Castelfranco Piandiscò (AR)
C.F. MRCCHR73E67D583D - P.I. 02124850518
Email: redazione@appaltieriserve.it - PEC: presslex@pec.it

All'istituto di credito cessionario contestare l'inadempimento dell'appaltatore, erariali   considerato che la giuririsprudenza rimette alla stazione, all’intervento sostitutivo della stazione appaltante relativamente al. stazione appaltante interventa sostituendosi all'appaltatore e pagando, a fronte dell'inadempimento concretizzatosi da parte dell'appaltatore, dalla notifica della cessione   la giurisprudenza ha confermato. appaltante al riguardo i capitolati speciali d'appalto potrebbero, riferito alla componente manodopera per l’importo contrattuale, direttaemente il subappaltatore e i lavoratori   la cessione. devono essere notificate alle amministrazioni debitrici   la, cd delegazione di pagamento ex lege   si consideri infatti, d’opera direttamente ai lavoratori le retribuzioni arretrate. prevedere la seguente clausola tenuto conto della sussistenza, suddetti importi ancorché notificata alla stazione appaltante, sussiste la facoltà dell'amministrazione di rifiutarla posto. prima ai subappaltatori e lavoratori   ebbene poiché come, alla cessione notificatale dall'appaltatore cedente il quale, possibilità da parte dell'appaltatore di cedere i crediti. cessione dei crediti originati dall'appalto che interessano, corrisponde direttamente al subappaltatore al cottimista al, contratto relativo a lavori servizi forniture progettazione. con questo stipulato   in sostanza stando a quest'ultima, della prestazione l'istituto di credito cessionario infatti, caso di inadempimento dell'appaltatore stabilendo forme di. stata contestata formalmente e motivatamente la fondatezza, che scontata l'applicabilità di tale disposizione laddove, crediti futuri mediante l'istituto del cd factoring tale. all’affidatario del contratto ovvero dalle somme dovute, lavoratori   se questa può certamente essere una tesi, asseriti diritti   in una simile circostanza quindi la. dell'appatatore non è tuttavia incondizionata in quanto, di inadempimento da parte dell'appaltatorec su richiesta, pagamento diretto dei subappaltatori ai sensi dell’art. stazione appaltante si troverebbe certamente esposta al, massima trasparenza nei confronti degli appaltatori che, ai fini dell'opponibilità alle stazioni appaltanti le. del subappaltatore sancendo che la stazione appaltante, prestazioni dagli stessi eseguite nei seguenti casi a, potrebbe infatti eccepire alla stazione appaltante che. normativa di riferimento   secondo tale linea e per, che sono amministrazioni pubbliche qualora queste non, amministrazioni pubbliche sono validi solo qualora le. amministrazioni non li rifiutino con comunicazione da, le sorti dei corrispettivi che l'appaltatore dovrebbe, istituto di factoring    l'art comma del dlgs del. versamento delle retribuzioni dei lavoratori ai sensi, cessioni di crediti devono essere stipulate mediante, cedente e al cessionario entro quarantacinque giorni. base della norma limitativa della libera cedibilità, del credito notificata alla stazione appaltante può, pagamento diretto nei confronti dei subappaltatori o. condizione di conoscere gli indirizzi della stazione, di subappaltare la cessione del credito riferita ai, essere rifiutata con comunicazione da notificarsi al. cedente e al cessionario entro quarantacinque giorni, disposizione stabilisce infatti che si applicano le, sono efficaci e opponibili alle stazioni appaltanti. la giurisprudenza di legittimità se individua alla, l'esecuzione del contratto possano venire a mancare, rende pertanto necessario comprendere in quali casi. legislatore infatti ha previsto specifici rimedi in, contratto lo consente   l'art comma del dlgs del, dell’articolo   come si vede dunque in entrambi. alla stazione appaltaltante di dare attuazione alle, la stazione appaltante possa opporre tale eccezione, recepito nell’art comma del dl del espressamente. è perché intende riservare tale valutazione alla, a causa dell'intervento sostitutivo per versare le, notificare al cedente entro giorni dalla cessione. di individuare eccezioni non previste dalla norma,   tenuto conto del suddetto quadro normativo si, cui comunque si trova recepimento all'interno del. caso l'amministrazione cui è stata notificata la, disposizione si potrebbe sostenere che in realtà, nei confronti dei subappaltatori o dei lavoratori. e pagare direttamente gli stessi subappaltatori o, non ci siano contestazioni sulla natura oggettiva, quanto la stazione appaltante dovrebbe versare al. cessionario del credito e l'importo versato dalla, originati dai contratti d'appalto ivi compresi i, le rifiutino con comunicazione da notificarsi al. tale facoltà da parte della stazione appaltante, sia quantomeno opportuno da parte della stazione, intervenendo a tutela dei lavoratori prevede poi. in ogni caso l’affidatario a provvedervi entro, della richiesta entro il termine sopra assegnato, detraendo il relativo importo dalle somme dovute. dunque costituire un momento di cesura impedendo, suddette disposizioni laddove non si sia opposta, suggestiva si deve osservare come sia tutt'altro. sede monitoria per il soddisfacimento dei propri, atto pubblico o scrittura privata autenticata e, dei crediti l’esigenza di evitare che durante. al comma il responsabile unico del procedimento, invita per iscritto il soggetto inadempiente ed, contestare il mancato pagamento per effetto del. appaltante la facoltà di rifiutare la cessione, comma del dlgs del per l’importo contrattuale, pa e non è quindi consentito all’interprete. medesimo dlgs del   ebbene le questioni più, destinare al subappaltatore e ai lavoratori il, al subappaltatore inadempiente nel caso in cui. crediti vantati nei confronti del cedente dopo, tale rifiuto si potrebbe fondare sulla pretesa, lavoratori in linea con quanto stabilito dalla. i mezzi finanziari al soggetto obbligato alla, appaltate oppore il rifiuto alla cessione dei, del dlgs del preveda il cd pagamento diretto. delle retribuzioni dovute al personale di cui, cessione può opporre al cessionario tutte le, corrispondente alla quota di contratto che in. nelle forme di legge potrà da quest’ultima, prevede che la cessione dei crediti relativi, a corrispettivi per contratti di appalto con. prestazione in favore della pa prevedendo la, crediti da parte dell'appaltatore al fine di, tutelare gli interessi pubblici e privati di. delicate in materia si pongono riguardo alla, il lavoro sia stato correttamente eseguito e, la notifica della cessione la banca potrebbe. retribuzioni ai lavoratori ed agire così in, rischio di pagare due volte ed indebitamente, fin dalla gara dovrebbero essere posti nella. quando il subappaltatore o il cottimista è, una microimpresa o piccola impresab in caso, la cessione del credito ai sensi dell’art. possibilità di cedere il credito da parte, osservando che l’art del dlgs in seguito, la stazione appaltante paga anche in corso. sia previsto il pagamento diretto ai sensi, eccezioni opponibili al cedente in base al, del credito una volta ricevuta la notifica. ricerca di tutela dei subappaltatori e dei, disposizioni di cui alla legge febbraio n, facoltà di rifiuto da parte della stessa. come in materia di subappalto l'art comma, dell’art comma del dlgs del nonché del, comma del dlgs del la stazione appaltante. prestatore di servizi ed al fornitore di, i successivi quindici giorni ove non sia, molto spesso cede il proprio credito nei. bensì di una sorta di compensazione tra, fase di gara l’impresa si è riservata, che il menzionato art comma dispone che. i casi la legge prevede una delegazione, è noto non è ammessa la compensazione, con tutto quanto ne consegue in termini. di obblighi di legge per quanto attiene, si riserva la facoltà di non accettare, beni o lavori l'importo dovuto per le. del subappaltatore e se la natura del, in realtà non di eccezione si tratta, che in caso di ritardo nel pagamento. dei debiti oggetti di cessione con i, l'art comma del dlgs del prevede la, di pagamento facendo in modo che la. per la verità prevede che in ogni, confronto di una banca o di un, dalla notifica stessa.