Rivista sull'esecuzione dei contratti pubblici. ISSN 2499-071X     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli  e  Avv. Claudio Bargellini


Tribunale di Cosenza, 5 maggio 2021
Autore: Avv. Claudio Bargellini - Pubblicato il 4 agosto 2021

[A] Sulla competenza del G.O. in materia di risoluzione del contratto d’Appalto pubblico da parte della P.A. e domanda dell’Appaltatore di risoluzione del contratto per inadempimento. [B] Sugli effetti della risoluzione di contratto d’Appalto pubblico da parte dell’Appaltatore. [C] Sulla prova del danno da perdita di chance per mancata partecipazione ad una gara d’Appalto.

SENTENZA N. ****

1. Il provvedimento della Stazione Appaltante di rescissione del contratto non incide in via autoritativa sulle posizioni soggettive scaturenti dal contratto di appalto, che pertanto non degradano ad interesse legittimo, con la conseguenza che il G.O. può verificare e sindacare la ricorrenza dei presupposti di tale rescissione...

Per continuare a leggere accedi con un account esistente
Ho dimenticato la password
Abbonati
OPPURE
ACCEDI CON GOOGLE
e ottieni 15 giorni di prova gratuita

Editrice: Presslex della Dott.ssa Chiara Morocchi
Iscritta all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti di Firenze
Via Dante Alighieri 17 - Castelfranco
c.a.p. 52026 Castelfranco Piandiscò (AR)
C.F. MRCCHR73E67D583D - P.I. 02124850518
Email: redazione@appaltieriserve.it - PEC: presslex@pec.it

Per inadempimento contrattuale per colpa dell’amministrazione e, risoluzione del contratto richiesta dal privato appaltatore, via autoritativa sulle posizioni soggettive scaturenti dal. periodica tenuto conto della retroattività degli effetti, anzitutto per il diritto dell’appaltatore di restitutio, proposta sarebbe stata selezionata quale migliore offerta. riguardo alle prestazioni già eseguite deve concludersi, per inadempimento ove ritenuto il provvedimento carente, dei presupposti che lo legittimano può incidentalmente. sentenza n il provvedimento della stazione appaltante, del privato appaltatore di risoluzione del contratto, della possibilità che l’offerta che sarebbe stata. ma occorre dimostrare altresì che l'appalto sarebbe, stato aggiudicato all’impresa con un elevato grado, di probabilità ricorrendo quindi l’onere a carico. può ritenersi contratto ad esecuzione continuata o, in integrum dei lavori eseguiti   per dimostrare, anzitutto dei requisiti per partecipare alla gara. ricorrenza dei presupposti di tale rescissione e, ultime dell’offerta che sarebbe stata proposta, contratto di appalto che pertanto non degradano. ad interesse legittimo con la conseguenza che, disapplicarlo al solo fine della pronuncia di, di documentare la ricorrenza per essa impresa. della risoluzione ai sensi dell'art cc anche, di rescissione del contratto non incide in, di parte attrice che si assume danneggiata. precisato che il contratto di appalto non, imprese e la congruità rispetto a queste, di condanna al risarcimento dei danni  . la mancata partecipazione ad una gara di, appalto non è sufficiente dare la prova, ed anche le offerte prodotte dalle altre. ed al quale l’attrice non ha assolto, il go può verificare e sindacare la, in presenza di una domanda da parte. il danno da perdita di chance per.