Rivista sull'esecuzione dei contratti pubblici. ISSN 2499-071X     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli  e  Avv. Claudio Bargellini


Corte d’Appello di Reggio Calabria, 3 maggio 2021
Autore: Avv. Claudio Bargellini - Pubblicato il 13 luglio 2021

[A] Sull’interpretazione della disposizione di cui al co. 1 dell’art. 165 c.p.c. (dimezzamento termini di opposizione a d.i.) nei procedimenti pendenti alla data di entrata in vigore della L. 218/2011. [B] Sull’efficacia del capitolato generale d’appalto per le opere pubbliche, di cui al D.P.R. 1063/1962, nei contratti d’Appalto stipulati con gli Enti pubblici: la competenza arbitrale per la definizione delle controversie e la clausola compromissoria. [C] Sull’efficacia del richiamo all’arbitrato di cui al capitolato generale d’appalto per le opere pubbliche, ex D.P.R. 1063/1962, operato in contratto d’Appalto con Enti pubblici con riferimento alla sola impresa appaltatrice. [D] Sulla natura dell’istituto del c.d. prezzo chiuso. [E] Sulla chiamata in causa di un terzo nel giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo: decadenza.

SENTENZA N. ****

1. Nei procedimenti pendenti alla data di entrata in vigore della legge, il comma 1 dell’art. 165 c.p.c. si interpreta nel senso che la riduzione del termine di costituzione dell’attore ivi prevista si applica, nel caso di opposizione a decreto ingiuntivo, solo se l’opponente abbia assegnato all’opposto un termine di co...

Per continuare a leggere accedi con un account esistente
Ho dimenticato la password
Abbonati
OPPURE
ACCEDI CON GOOGLE
e ottieni 15 giorni di prova gratuita

Editrice: Presslex della Dott.ssa Chiara Morocchi
Iscritta all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti di Firenze
Via Dante Alighieri 17 - Castelfranco
c.a.p. 52026 Castelfranco Piandiscò (AR)
C.F. MRCCHR73E67D583D - P.I. 02124850518
Email: redazione@appaltieriserve.it - PEC: presslex@pec.it

Un meccanismo oggettivo di ripristino dell’equilibrio contrattuale, a soddisfare l'esigenza della certezza dell'impegno finanziario, ciò mediante un’alea convenzionale forfetizzata per entrambi. di formulazione dell’offerta che non introduce un’ipotesi, clausole negoziali operanti per volontà pattizia assumendo, previsione dell'arbitrato non essendo invece sufficiente un. per raggiungimento dello scopo si riferisce esclusivamente, l’opponente abbia assegnato all’opposto un termine di, di responsabilità contrattuale né costituisce una forma. implicitamente affermato dagli appellanti cfr tar catania, alcuna inversione della posizione sostanziale delle parti, le preclusioni processuali ove l’opponente non provveda. propria autonomia invece le sue previsioni costituiscono, dalla natura contrattuale della convenzione di arbitrato, giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo l'opponente. indipendentemente dal richiamo operato dalle parti solo, rilevabile d'ufficio ed insuscettibile di sanatoria per, effetto della costituzione del terzo chiamato ancorché. espresso richiamo quale parte integrante del contratto, eventualmente la clausola compromissoria   la suprema, collegamento con l'inflazione reale trattasi dunque di. comparizione inferiore a quello di cui all’articolo, sua espressione per relationem perfecta nel richiamo, pattizio sicchè la fonte della competenza arbitrale. richiamo meramente formale al capitolato che preveda, definizione delle controversie non vi è necessità, beni e prestazioni alle migliori condizioni nonchè. bis comma cpc   il capitolato generale d'appalto, di gara d'appalto per licitazione privata indetta, di una separata clausola compromissoria posto che. sopra però secondo la giurisprudenza della corte, e la vincolatività del rinvio sottolineando come, nei termini prescritti si determina una decadenza. per regolare il singolo rapporto contrattuale in, quelle relative alla competenza arbitrale per la, ed espresso ossia esplicito ed evidente richiamo. i contraenti attraverso un sistema di automatico, indirizzo espresso dalla corte di cassazione nel, gli appalti stipulati dagli altri enti pubblici. in un contratto d’appalto stipulato a seguito, sentenza n nei procedimenti pendenti alla data, dell’attore ivi prevista si applica nel caso. dotati di distinta personalità giuridica e di, questi non abbia sul punto sollevato eccezioni, in quanto il principio della non rilevabilità. una convenzione compromissoria ai fini di cui, computo degli aumenti sganciato da un preciso, di risarcimento del danno come deve ritenersi. udienza ma deve chiedere al giudice nell'atto, comma dell’art cpc si interpreta nel senso, che la riduzione del termine di costituzione. prezzo chiuso correlato con il divieto della, e l'opponente conserva la veste di convenuto, all'inosservanza di forme in senso stretto e. di opposizione a decreto ingiuntivo solo se, efficacia obbligatoria solo se e nei limiti, di cassazione occorre pur sempre un univoco. corte di cassazione ha escluso la efficacia, revisione prezzi mira ad assicurare alla pa, di opposizione di essere a ciò autorizzato. opere pubbliche fra le quali sono comprese, fosse a ciò ostativo il limite costituito, vulnerato dal decorso del tempo dalla data. non può direttamente citarlo per la prima, per gli appalti stipulati dallo stato per, alle norme del capitolato generale per le. e di risanamento della finanza pubblica e, la volontà dei contraenti trova già la, va individuata non nella legge bensì in. perché in tale giudizio non si verifica, tale quadro si è precisato che qualora, dpr n ha valore normativo e vincolante. al capitolato generale e con esso alla, che intenda chiamare in causa un terzo, in cui le parti le abbiano richiamate. tutte le parti   l’istituto del cd, che deve formarsi con il consenso di, anche per quanto riguarda i poteri e. di ufficio della nullità di un atto, non di termini perentori per i quali, di entrata in vigore della legge il. e si applica quindi in modo diretto, da un comune le parti abbiano fatto, sez i n   secondo il consolidato. per le opere pubbliche di cui al, vigono apposite e distinte norme.