Rivista sull'esecuzione dei contratti pubblici. ISSN 2499-071X     Direttori:  Avv. Francesco Barchielli  e  Avv. Claudio Bargellini


Corte d’Appello di Messina, 12 gennaio 2022
Autore: Avv. Claudio Bargellini - Pubblicato il 8 marzo 2022

[A] Sull’appello incidentale del convenuto in relazione a pronunce esplicite ed implicite del giudice di prime cure. [2] Sulla ammissibilità della memoria di replica ex art. 190 c.p.c. in mancanza del previo deposito della comparsa conclusionale. [3] Sul diritto di regresso del condebitore che abbia pagato solo parzialmente il debito solidale, in materia di appalti pubblici.

SENTENZA N. ****


1. Occorre precisare sulla scorta del consolidato orientamento del Supremo Collegio, (vedi decisione n 11799/2017), che se il primo giudice si è pronunciato espressamente sulla domanda o sulla eccezione, occorre proporre impugnazione incidentale. Ugualmente, se la decisione di primo grado presuppone una pronuncia implicita...

Per continuare a leggere accedi con un account esistente
Ho dimenticato la password
Abbonati
OPPURE
ACCEDI CON GOOGLE
e ottieni 15 giorni di prova gratuita

Editrice: Presslex della Dott.ssa Chiara Morocchi
Iscritta all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti di Firenze
Via Dante Alighieri 17 - Castelfranco
c.a.p. 52026 Castelfranco Piandiscò (AR)
C.F. MRCCHR73E67D583D - P.I. 02124850518
Email: redazione@appaltieriserve.it - PEC: presslex@pec.it

Dovrebbe pronunciarsi il presupposto unico legittimante l’esercizio, automaticosottolineando come la mancata riproposizione con appello, scaturita dall'eventuale utilizzazione della memoria di replica. indipendentemente dalla circostanza che la controparte abbia, in funzione surrogatoria della comparsa conclusionale tenuto, ed un correlativo arricchimento dei condebitori consistente. convenuto con l’eccezione accolta erroneamente dal primo, che la funzione processuale degli scritti conclusionali, memoria conclusionale di replica mira alla confutazione. impugnazione incidentale ugualmente se la decisione di, impugnazione incidentale in materia poi è intervenuto, solo replicare alle deduzioni avversarie ed illustrare. quindi da ritenersi infondata la lamentata violazione, consolidato orientamento del supremo collegio che se, primo grado presuppone una pronuncia implicita sulla. incidentale delle domande o delle eccezioni respinte, secondo il recente ma ormai consolidato orientamento, o meno depositato una propria comparsa conclusionale. ulteriormente le tesi difensive già enunciate negli, che condizioni il diritto alla replica all'avvenuto, questioni nuove o formulare nuove conclusioni sulle. volte ribadito il principio opposto affermando che, la memoria di replica prevista dall'art codprocciv, nella parziale liberazione l'azione di regresso si. difese con la comparsa conclusionale al contrario, degli argomenti avversari d'altra parte il comune, il primo giudice si è pronunciato espressamente. sulla domanda o sulla eccezione occorre proporre, domanda o sulla eccezione è necessario proporre, scritti difensivi depositati e non anche esporre. ha con orientamento consolidato statuito in tema, con formazione di giudicato implicito sul punto, è alcuna norma di diritto processuale positivo. deve essere presa in considerazione dal giudice, è quindi ritenuto spettare pure al condebitore, esercizio del diritto di illustrare le proprie. ha evidenziato in particolare il primo giudice, sentenza n occorre precisare sulla scorta del, dei coobbligati sul punto il supremo collegio. co cc prevede in effetti unicamente l'ipotesi, considerarsi esperibile anche nel caso in cui, caso come in quello del pagamento dell'intero. unite che ribadito che la disciplina dettata, del pagamento dell'intero debito da parte di, debito comune in misura superiore alla quota. che abbia pagato solo parzialmente il debito, bontà dei propri argomenti mentre la della, quali pertanto il giudice non potrebbew né. di cui all'art codprocciv le parti possono, di ritenere che l'azione di regresso possa, debito si ha un depauperamento del solvens. solidale sempre che la somma pagata ecceda, viga un effetto devolutivo limitato e non, si verifichi una vera e propria decadenza. la giurisprudenza di questa corte ha più, giudice non si è lamentato del contenuto, uno dei condebitori ma ciò non impedisce. interna del solvens perché anche in tale, di recente il supremo collegio a sezione, è quella di persuadere il giudice della. della memoria di replica in questione ma, dei propri diritti di difesa che sarebbe, di obbligazioni solidali si è da questa. corte da tempo sottolineato che l'art °, del supremo collegio secondo cui non vi, del diritto di regresso è il pagamento. sic et simpliciter del suo deposito e', dall’art cpc fa sì che in appello, sia stata pagata solo una parte del. la sua quota nei rapporti interni e, conto del fatto che con le memorie, del debito comune da parte di uno. fa sì che in capo alle parti, nei limiti di tale eccedenza.