Embed RSS

ARGOMENTO: D.LGS 163.2006. Art. 5 (Regolamento e capitolati)

Corte Costituzionale, febbraio 2011

Sulla necessità o meno che le Regioni adeguino la propria normativa alla disciplina dettata dallo Stato per tutto quanto attiene alla fase di esecuzione dei contratti di lavori, servizi e forniture, ivi compresa la disciplina del collaudo e della verifica di regolare esecuzione

Corte Costituzionale, febbraio 2011

[A] Sull'art. 8, comma 1, lettera r), della legge della Regione Lombardia 5 febbraio 2010 n. 7, laddove stabilisce che in relazione agli appalti di importo inferiore alle soglie di cui all'articolo del Codice, per determinate forniture di beni prodotti in serie e di servizi a carattere periodico, o di natura intellettuale, il collaudo e la verifica di conformità possano essere sostituiti da un attestato di regolare esecuzione rilasciato dal responsabile unico del procedimento ovvero dal dirigente della struttura destinataria della fornitura del servizio. [B] Sul contrasto tra la legge della Regione Lombardia 5 febbraio 2010 n. 7 e l’art. 325 del regolamento di attuazione del codice (D.P.R. 207 del 2010)

Consiglio di Stato. Parere del febbraio 2010

Ministero delle infrastrutture e dei trasporti - Schema di regolamento di attuazione ed esecuzione del codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture, di cui all’articolo 5, d.lgs. 12 aprile 2006, n. 163


Editrice: Presslex della Dott.ssa Chiara Morocchi
Iscritta all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti di Firenze
Via Dante Alighieri 17 - Castelfranco
c.a.p. 52026 Castelfranco Piandiscò (AR)
C.F. MRCCHR73E67D583D - P.I. 02124850518
Tel: +39 339.34.00.116 - Fax: +39 055.56.09.352
Email: redazione@appaltieriserve.it - PEC: presslex@pec.it